we are suppliers of:
Offerte quantità circoli e scuole Logo FSI - Federazione Scacchistica Italiana Logo International Chess Federation

Il vantaggio dei due alfieri

Kociev Alexandr, Jakovlev Nicolaj

Irresistibili in attacco, diventano veri baluardi in difesa.

Used News

€ [[ prod.prezzo_intero ]] € [[ prod.prezzo_applicato ]]

[[ sconto ]]
Item not available
Are you interested in this article? Contact us
Other variants:
Product options:


Description
Una delle prime nozioni che si imparano è che Alfiere e Cavallo sono pezzi di forza pressoché equivalente, anche se conviene avere ora l’uno ora l’altro, a seconda della posizione. Eppure, per uno di quei paradossi che rendono gli scacchi un gioco così affascinante, la somma di due Alfieri non è equivalente alla somma di due Cavalli. Se infatti gli Alfieri hanno un limite, e quello di poter operare ciascuno solo su 32 delle 64 case. Quando entrambi però sono presenti, questo handicap viene a cadere e si forma una ’coppia d’azione’ veramente temibile, capace di seminare il panico nei pressi del Re nemico ma anche, in funzione difensiva, di sottrarre case preziose ai pezzi avversari. Quali sono le tecniche per ottenere questo vantaggio e per valorizzarlo? La tipologia delle posizioni in cui la coppia degli Alfieri può mettere in luce le propria potenzialità (o, in alcune rare eccezioni, i propri difetti) e sterminata, ma gli autori di questo libro sono riusciti a sintetizzare in poche pagine i casi più importanti e le tecniche più comuni di sfruttamento del vantaggio. La prima parte è dedicata alla coppia degli Alfieri in posizioni ricche di pezzi, in cui essa costituisce solo uno fra i tanti fattori posizionali da tenere presente, mentre la seconda si occupa dei finali, in cui ovviamente l’importanza di avere due Alfieri contro uno solo o nessuno cresce a dismisura. Come è consuetudine di questa collana, a chiusura del libro vengono proposti degli esercizi per permettere al lettore di verificare se ha appreso a gestire nel migliore dei modi queste due potentissime frecce del suo arco. Se poi qualcuno mette in dubbio l’utilità dei due Alfieri, oggi i database elettronici sono in grado di generare in pochi secondi statistiche basate su centinaia di migliaia di partite. Non sarà un caso se la coppia degli Alfieri ottiene oltre il 60% dei punti (sia di Bianco che di Nero!) contro la coppia dei Cavalli o contro la combinazione Alfiere/Cavallo, percentuale che sale ulteriormente se parliamo dei soli finali ma che rimane comunque largamente superiore al 50% anche in mediogioco. Perciò il consiglio è: cambiate gli Alfieri degli avversari, conservate i vostri, e poi... leggete questo libro per imparare a utilizzarli!

ALEXANDR KOCIEV è un forte grande maestro russo, residente a San Pietroburgo. Dopo un brillante esordio come giocatore (è stato anche campione del mondo dei giovani negli anni ’70), si è di recente dedicato sempre di più allo studio della teoria e all’insegnamento. In quest’ultima attività ha a fianco a sè alcuni importanti collaboratori come il maestro NIKOLAJ JAKOVLEV, coautore del presente libro.

Information
  • Casa editrice Prisma
  • Code 4529
  • Pagine p. 160
  • Anno 2000

Share