we are suppliers of:
Offerte quantità circoli e scuole Logo FSI - Federazione Scacchistica Italiana Logo International Chess Federation

I sette peccati capitali degli scacchi

Rowson Jonathan

Il libro è letteralmente disseminato di ottimi consigli e di riflessioni acute e ironiche, spesso illuminanti. Tutti i ``peccati`` vengono prima analizzati a livello teorico (con una fluiditià di scrittura che rende gradevole il libro anche senza il contributo della scacchiera) e poi illustrati a livello pratico con esempi di partite di alto livello ben commentate.

Used News

€ [[ prod.prezzo_intero ]] € [[ prod.prezzo_applicato ]]

[[ sconto ]]
Item not available
Are you interested in this article? Contact us
Other variants:
Product options:


Description
Il libro che non ti aspetti.
Il più giovane Grande Maestro scozzese, laureato in filosofia presso una delle principali università britanniche, affronta con un taglio tutto nuovo le cause che inducono all`errore negli scacchi, proponendo rimedi pratici per migliorare la forza di gioco.

Il libro è letteralmente disseminato di ottimi consigli e di riflessioni acute e ironiche, spesso illuminanti. Tutti i ``peccati`` vengono prima analizzati a livello teorico (con una fluiditià di scrittura che rende gradevole il libro anche senza il contributo della scacchiera) e poi illustrati a livello pratico con esempi di partite di alto livello ben commentate.

Secondo Rowson, vi sono sette comportamenti da cui derivano tutti gli errori: questi ``peccati capitali`` negli scacchi sono: Pensare, perdere l`attimo, Volere, Materialismo, Egoismo, Smarrimento.

Come avrete capito, siamo di fronte a un libro di scacchi assolutamente fuori dai binari dell`ordinario, pieno di utili consigli e soprattutto scritto da un autore dotato di grande conoscenza degli scacchi, delle lettere e del pensiero. Una delle letture più godibili di questo inizio millennio, che è già diventato un cult in lingua inglese (dove è già alla terza ristampa!).

Information
  • Casa editrice Caissa Italia
  • Code 5639
  • Anno 2006
  • Pagine p. 248

Share