we are suppliers of:
Offerte quantità circoli e scuole Logo FSI - Federazione Scacchistica Italiana Logo International Chess Federation

Check-Raising the Devil - Poker

Matusow Mike, Calistri Amy, Lavalli Tim

Vivevo la vita di una rock-star. Spogliarelliste mozzafiato, sesso con molte donne, festini selvaggi, droga, tanta droga. Frequentavo il jet-set, giocavo high-stakes poker vincendo milioni di dollari e buttavo i soldi come fossero coriandoli, grazie anche alla mia ossessione per le scommesse sportive.

Used News

€ [[ prod.prezzo_intero ]] € [[ prod.prezzo_applicato ]]

[[ sconto ]]
Item not available
Are you interested in this article? Contact us
Other variants:
Product options:


Description

Vivevo la vita di una rock-star. Spogliarelliste mozzafiato, sesso con molte donne, festini selvaggi, droga, tanta droga. Frequentavo il jet-set, giocavo high-stakes poker vincendo milioni di dollari e buttavo i soldi come fossero coriandoli, grazie anche alla mia ossessione per le scommesse sportive.
Quello stile di vita mi sembrava strepitoso, un sogno diventato realtà, ma c'era un rovescio della medaglia, che mi avrebbe fatto finire perfino in galera.
Avevo scalato le vette del poker mondiale col personaggio di “The Mouth” e vinto tre braccialetti WSOP, ma a causa della droga mi ritrovavo fottuto per sempre e inoltre non sapevo ancora di avere un problema più grosso. Il disturbo bipolare ha iniziato a manifestarsi durante la mia iniziazione al poker. Potevo giocare sessioni strepitose, vincere un sacco di soldi, dire a tutti che ero il miglior giocatore del mondo e solo qualche ora dopo tornare alla mia roulotte e cadere in una depressione a dir poco paralizzante. Si dice che i poker pro debbano controllare le emozioni, ma io non sono mai stato capace di controllarmi. Anche se stavo bene sentivo sempre che la depressione era in agguato e quando riusciva a intrufolarsi la mia unica via di uscita era tornare ai tavoli da gioco. Il poker era l'unico sollievo, l'unica terapia che conoscevo e di cui mi fidavo. Ho dovuto toccare il fondo prima di trovare una vera soluzione, e se le cose avessero preso un'altra piega sarebbe potuta finire male. Oggi sono un giocatore dieci volte più bravo.
L'esperienza mi ha insegnato molto sul poker, ma chi può dire quanto bravo sarei potuto diventare se non avessi preso tutte quelle droghe? E cosa sarebbe stata la mia vita senza il poker? Forse a un certo punto mi sarei ficcato una pallottola in testa non riuscendo a sopportare l'ennesima patetica umiliazione al video poker.
Ma una notte ho scoperto il poker, o è stato il poker a trovare me. Ed è stato un viaggio stupendo, un’esperienza magnifica e per fortuna sono ancora vivo per potervela raccontare.


Information
  • Casa editrice Boogaloo Publishing
  • Code pokdev
  • Anno 2012
  • Pagine p. 368

Share