SPEDIZIONE GRATUITA CON SOLI 29€ DI SPESA

siamo fornitori di:
Offerte quantità circoli e scuole Logo FSI - Federazione Scacchistica Italiana Logo International Chess Federation

Il PEDONE AVVELENATO - Gioacchino Greco, un romanzo

Sala Stefano

 Dopo un noir duro come Il sacrificio dell’alfiere e l’action thriller La scacchiera d’oro, ecco un romanzo storico a chiudere la trilogia nera degli scacchi di Stefano Sala.

Come in un sogno il romanzo ripercorre la storia di Gioacchino Greco, il primo uomo che seppe trasformare il gioco degli scacchi in una professione.

Scarica e leggi sotto i primi due capitoli 


Usato Novità

€ [[ prod.prezzo_intero ]] € [[ prod.prezzo_applicato ]]

[[ sconto ]]
Articolo non disponibile
Sei interessato a questo articolo? Contattaci
Altre varianti:
Opzioni prodotto:


Descrizione

Scarica e leggi - sopra - i primi capitoli

Vedi la presentazione video cliccando qui

 Dopo un noir duro come Il sacrificio dell’alfiere e l’action thriller La scacchiera d’oro, ecco un romanzo storico a chiudere la trilogia nera degli scacchi di Stefano Sala. Come in un sogno il romanzo ripercorre la storia di Gioacchino Greco, il primo uomo che seppe trasformare il gioco degli scacchi in una professione.

 La storia del maestro di scacchi Gioacchino Greco e gli intrecci sociopolitici di una Europa in pieno fermento culturale fanno da sfondo a questo Noir storico.

L’autore coglie lo spunto dalle frammentarie notizie biografiche di Gioacchino Greco per tessere il suo canovaccio legato alle arti pittoriche (Caravaggio), musicali (Salieri) e scacchistiche (Greco).
Sala attraversa i confini della Calabria e del Lazio per invadere la Francia, l’Inghilterra e la Spagna con la sua scrittura articolata e veloce. Non esistono confini per la supremazia scacchistica di Gioacchino Greco se non quelli delle paure e delle angosce umane; accompagnato dalla sua triste ombra e da un losco prelato il maestro riporta grandi successi sulle scacchiere di mezza Europa, scoprendo che il più grande avversario è lui stesso ed erge il suo cammino come missione di vita per la diffusione del nobil giuoco.

Alternando la prima persona alla terza, la scrittura risulta audace ed intrigante, la passione per gli scacchi e per il mare firmano l’opera.
Veleggia verso l’ignoto Gioacchino Greco accompagnato dalla fantastica penna di uno Stefano Sala ancora una volta attento interprete di una partita tra storia ed inventiva e dove il bianco ed il nero escono entrambi vincitori

Sala ricostruisce il passato preso in prestito dalle fonti e dove la storia si rimescola con la leggenda, confusa dalle menzogne dell’oblio, sutura gli strappi romanzando in una fantasticheria che affascina e avvince. Il genere noir, che dipinge a tinte fosche il testo, a differenza delle due precedenti opere dell’autore, stavolta si addentra molto di più nel tema del mito, che nell’universo degli scacchi non può che radicarsi nella figura del calabrese Gioacchino Greco, eroe primigenio.

Stefano Sala è nato a Palermo nel 1949 e vive in Toscana. E’ un appassionato ed entusiasta scacchista, ha gestito una libreria per poi girare il mediterraneo a bordo di una barca a vela, ma non dimenticando la montagna e il trekking.  Ha scritto diversi libri: “Un anno su Cochise”, “La scimmia sulla spalla”, una raccolta di racconti “Una partita a scacchi giocando con la vita” e il trittico Noir “Il sacrificio dell’Alfiere”, “La Scacchiera d’Oro” e quest’ultimo “Il Pedone avvelenato”.   


Informazioni
  • Casa editrice LE DUE TORRI
  • Codice 7270
  • Pagine p. 292
  • Anno 2017
  • Isbn 9788885720008

Condividi