SPEDIZIONE GRATUITA CON SOLI 29€ DI SPESA

siamo fornitori di:
Offerte quantità circoli e scuole Logo FSI - Federazione Scacchistica Italiana Logo International Chess Federation

Un secolo di scacchi - 2a mano

Watson John

Evoluzione e progressi della teoria da Nimzowitsch ai giorni nostri

Libro di 2a mano come nuovo


Usato Novità

€ [[ prod.prezzo_intero ]] € [[ prod.prezzo_applicato ]]

[[ sconto ]]
Articolo non disponibile
Sei interessato a questo articolo? Contattaci
Altre varianti:
Opzioni prodotto:


Descrizione

Sono rari i libri che riescono a individuare, e ad illustrare con opportuni esempi, una serie di principi a cui rifarsi nel corso del gioco vivo e quei pochi sono diventati dei classici del pensiero scacchistico, come è accaduto a Il mio sistema di Aaron Nimzowitsch, pubblicato nel 1925. Ora un autorevole teorico americano prende tale testo come base per verificare se e in che modo la pratica magistrale degli ultimi settant’anni abbia fatto sorgere l’esigenza di rivedere alcune conclusioni cui era giunto il grande Nimzowitsch. I frutti del suo lungo studio, condotto con passione e impeccabile rigore, sono raccolti in quest’opera, anch’essa destinata a diventare un classico. Non a caso la Federazione Scacchistica britannica l’ha premiata come miglior libro del 1998. Al termine di un secolo in cui la teoria ha compiuto passi da gigante, Watson fa il punto degli insegnamenti che possiamo trarre dalle migliori partite dei Grandi Maestri moderni. Un approfondito esame di centinaia di partite lo porta a distinguere fra due gruppi di principi strategici, quello in cui le regole dettate da Nimzowitsch si rivelano tuttora valide, con solo qualche aggiornamento o integrazione, e quello più ampio che comprende principi che erano stati totalmente ignorati ne Il mio sistema o che in qualche modo lo contraddicono. Alcuni esempi: il sacrificio posizionale di qualità, la forza dei pedoni arretrati, le potenzialità dinamiche dei Cavalli posti sul bordo della scacchiera, gli attacchi laterali corretti pur con il centro aperto, le spinte ’premature’ di pedoni, ecc. Watson è il primo a codificarli in modo sistematico, pur nella consapevolezza che la storia degli scacchi continua e tanti segreti attendono ancora di essere scoperti. La complessità del gioco è diventata tale che le eccezioni superano ormai le regole? Certi principi sono talmente raffinati che solo un grande maestro è in grado di metterli in pratica in modo corretto? Quando in una stessa posizione ci sono due fattori strategici contrastanti, basta un dettaglio per far pendere la bilancia a favore dell’uno piuttosto che dell’altro? La conclusione cui giunge Watson è tutt’altro che nichilista o scettica: nel secolo che si è chiuso, gli scacchi si sono arricchiti di infinite sfumature e oggi il connubio delle teorie classiche con i contributi originali dei moderni ci consente di esprimerci ad un livello impensabile ai tempi di Nimzowitsch.

JOHN WATSON è un forte maestro internazionale californiano, autore di libri di teoria universalmente apprezzati (ad esempio sulla Partita Inglese e sulla Difesa Francese), nonché allenatore di giovani promesse, come il campione del mondo juniores 1997, Tal Shaked.


Informazioni
  • Casa editrice Prisma
  • Codice 4527us
  • Anno 2000
  • Pagine 431
  • Isbn 88-7264-068-7

Condividi