SPEDIZIONE GRATUITA CON SOLI 29€ DI SPESA

siamo fornitori di:
Offerte quantità circoli e scuole Logo FSI - Federazione Scacchistica Italiana Logo International Chess Federation

Per un attimo immenso ho dimenticato il mio nome

Cotroneo Roberto

Luis ha abbandonato Tempestad, un paese che nessuna carta geografica riporta e dove tutti giocano a scacchi o suonano il violino.

Usato Novità

€ [[ prod.prezzo_intero ]] € [[ prod.prezzo_applicato ]]

[[ sconto ]]
Articolo non disponibile
Sei interessato a questo articolo? Contattaci
Altre varianti:
Opzioni prodotto:


Descrizione
Luis ha abbandonato Tempestad, un paese che nessuna carta geografica riporta e dove tutti giocano a scacchi o suonano il violino. È venuto a studiare a Milano, dove si è diplomato al Conservatorio. E un giorno, mentre è seduto al Caffè Florian, a Venezia, incontra Chiara, una giovane musicista che gli offre il ruolo di primo violino nel quartetto d`archi che sta organizzando. Con un obiettivo grandioso e folle: eseguire e incidere la Grande Fuga di Beethoven, opera immensa ed enigmatica, vertice estremo della musica romantica. Quali misteri nasconde un progetto del genere? Imbarcato come musicista a bordo di un grande transatlantico, Luis rievoca quella storia del suo passato. Perché anche su quella nave si incontrano enigmatici personaggi. Come Donald Mc Byrne, uno scacchista che ha abbandonato il gioco nel momento in cui è stato sconfitto da un giovanissimo Bobby Fischer...

Informazioni
  • Casa editrice Mondadori
  • Codice 6288
  • Anno 2002
  • Pagine p. 322, cop.rigida

Condividi