SPEDIZIONE GRATUITA CON SOLI 35€ DI SPESA

siamo fornitori di:
Offerte quantità circoli e scuole Logo FSI - Federazione Scacchistica Italiana Logo International Chess Federation

Nere notti e bianchi giorni - Bobby Fischer e la sfida del secolo

Chinnici Giorgio

La celebre sfida  per il titolo mondiale di scacchi del 1972 tra il solitario americano e la macchina collettiva sovietica si erge a simbolo di una contrapposizione ideologica tra visioni del mondo antitetiche. Il racconto dipinge a grandi pennellate questa sfida, che è l’immagine di un’epoca, e ne traccia le ricadute sul mondo degli scacchi così come sulla personalità e la quotidianità dei protagonisti.
Un racconto preciso e avvincente, ma anche personale e intimo, che si legge in un fiato e trasmette la travolgente passione intellettuale, non solo per gli scacchi.


Usato Novità

€ [[ prod.prezzo_intero ]] € [[ prod.prezzo_applicato ]]

[[ sconto ]]
Articolo non disponibile
Sei interessato a questo articolo? Contattaci
Altre varianti:
Opzioni prodotto:


Descrizione

La celebre sfida  per il titolo mondiale di scacchi del 1972 tra il solitario americano e la macchina collettiva sovietica si erge a simbolo di una contrapposizione ideologica tra visioni del mondo antitetiche. Il racconto dipinge a grandi pennellate questa sfida, che è l’immagine di un’epoca, e ne traccia le ricadute sul mondo degli scacchi così come sulla personalità e la quotidianità dei protagonisti.
Un racconto preciso e avvincente, ma anche personale e intimo, che si legge in un fiato e trasmette la travolgente passione intellettuale, non solo per gli scacchi.


Giorgio Chinnici, fisico e ingegnere elettronico, si interessa di linguistica e di filosofia. Divulgatore scientifico, tiene conferenze e ha pubblicato diversi saggi rivolti al pubblico generale. Scacchista, si dedica con passione alla diffusione degli aspetti culturali del nobil gioco.


Informazioni
  • Casa editrice Messaggerie Scacchistiche
  • Codice 8036
  • Anno 2022
  • Pagine 64
  • Isbn 9788898503261

Potrebbe interessarti anche:

Condividi