SPEDIZIONE GRATUITA CON SOLI 29€ DI SPESA

siamo fornitori di:
Offerte quantità circoli e scuole Logo FSI - Federazione Scacchistica Italiana Logo International Chess Federation

Memorabili Battaglie di scacchi - un MI ai raggi X

Martorelli Antonio

In questo libro l'autore, con grande stile professionale e ameno, ci propone una raccolta delle sue migliori partite, la cui riproduzione lascia una profonda soddisfazione intellettuale.

Grande protagonista degli scacchi italiani degli anni '80, insieme a Mariotti, Tatai, Zichichi, Cosulich, Vallifuoco, Iannaccone, Cocozza, il suo gioco effervescente è una miscela di energia creativa e passione.

Le partite sono accompagnate da simpatici ed inediti aneddoti, che, riproducendo l'atmosfera di torneo di quegli anni, calano il lettore nella realtà scacchistica italiana degli anni '80 e '90, così da farlo sentire coinvolto nell'emozione che precede i momenti tattici creativi sulla scacchiera.


Usato Novità

€ [[ prod.prezzo_intero ]] € [[ prod.prezzo_applicato ]]

[[ sconto ]]
Articolo non disponibile
Sei interessato a questo articolo? Contattaci
Altre varianti:
Opzioni prodotto:


Descrizione

In questo libro affronteremo un lungo periodo di storia degli scacchi in Italia visto da uno dei protagonisti. Le partite sono dirette ad un pubblico di giocatori esperti ma anche di dilettanti di ogni livello.

I giovani leoni, esperti di informatica scacchistica, potranno utilizzare alcune analisi di aperture, che, sebbene realizzate anni fa, sono state aggiornate secondo le conoscenze attuali. La conoscenza dell’ ambiente scacchistico di anni fa e dei maggiori campioni dell’ epoca ci potrà aiutare a capire meglio l’ evoluzione odierna degli scacchi. Ho sempre giocato con grande passione e piacere cercando di realizzare combinazioni a volte  sorprendenti per l’avversario; qualche volta, purtroppo, andavo fuori misura ottenendo un risultato sportivo negativo.

Spero che il gentile lettore usi questo libro anche come semplice svago ripercorrendo le battaglie esposte; a questo scopo è stato fatto uso con dovizia di diagrammi che illustrano i punti salienti della lotta, sì che un giocatore esperto potrà spesso fare a meno della scacchiera, anche se si raccomanda, per gustare a pieno le partite, di esaminarle sulla scacchiera, meglio se di torneo. 
Questo testo non vuole essere una pietra miliare nello sviluppo millenario del più affascinante gioco a due che esista, secondo solo ad un altro che implica l’approfondimento delle relazioni personali fino ad un grado di assoluta intimità, ma comunque vuole essere una testimonianza di avvenimenti e di battaglie sulla scacchiera, da me sostenute con giocatori di tante nazioni, anche con i forti esponenti della scuola russa, descrivendo nel contempo l’ambiente scacchistico italiano degli ultimi trenta anni del secolo scorso e fino ad oggi.

Ricordiamo che questa è stata una epoca di transizione tra la preparazione, pur professionale, dei migliori giocatori della seconda metà del secolo scorso, quasi esclusivamente su supporto cartaceo, e la preparazione odierna effettuata sul computer.
Bobby Fischer a chi gli chiese come faceva a giocare così bene ed ottenere risultati così positivi rispose, con la sua tipica franchezza: ‘’Ho studiato approfonditamente un migliaio dei migliori libri di scacchi!’’

Alla fine degli anni ‘80 e negli anni ‘90 comiciarono a comparire programmi di archiviazione delle partire giocate, sicchè le ricerche e la preparazione su un avversario che in precedenza si doveva fare su libri, riviste, bollettini di tornei o con la partecipazione diretta ad importanti manifestazioni, si potè realizzare rapidamente con un click su una tastiera del computer. Insieme a Stefano Tatai sono stato uno dei primi ad utilizzare la nuova tecnologia informatica ottenendo un vantaggio importante sugli avversari.  Ancora oggi grazie a questa mia antica predisposizione riesco ad ottenere quanche risultato  sportivo di rilievo.

Ovviamente dobbiamo citare, infine, la nascita di Internet che ha permesso la diffusione delle informazioni ad un livello prima neanche immaginabile; una novità teorica, giocata a Mosca, New York o in qualunque altra parte, lo stesso giorno è gia conosciuta al grande pubblico!
In precedenza invece con una novità teorica, fin quando questa non fosse stata pubblicata dall’Informatore Scacchistico iugoslavo o dalle migliori riviste poteva essere utilizzata per ottenere diverse vittorie.
Questa rivoluzione informatica e di Internet è stata paragonata dallo stesso Garry Kasparov ad una nuova alfabetizzazione!
I giovani che si avvicinano agli scacchi (o ad altre attività scientifiche) hanno quindi oggi strumenti formidabili al confronto dei loro predecessori.
Questo ha comunque portato i giovanissimi a credere che prima dell’avvento di Internet nulla fosse degno di essere ricordato; di qui l’ignoranza sugli avvenimenti del nostro recente passato scacchistico che questo libro vuole in parte colmare.
Ha senso oggi comprare libri (di scacchi) e non semplicemente un computer da aggiornare con le ultime novità?
Ricordiamo comunque che i migliori programmi che giocano a scacchi, non sono in grado di valutare posizioni strategiche, valutare il vantaggio del colore (come le posizioni con alfiere di colore contrario), le posizioni in finale definite ‘’fortezze’’, cioè che non possono essere vinte pur avendo un cospicuo vantaggio di materiale, ed in genere i finali che non sono definibili con certezza.

Ho giocato sempre tenendo in massimo conto le idee brillanti e i disegni strategici più sorprendenti.
L’ansia di produrre una bella partita mi ha portato spesso a rischiare troppo e tante volte sciupare una partita il cui risultato positivo mi avrebbe portato un preziosissimo punto. Ho infatti pagato un prezzo altissimo non riuscendo a concretizzare tante occasioni avute di
fare risultati di primissimo piano.
Ma il lettore di questo può solo essere contento; infatti, una pur feroce selezione delle migliori partite da me giocate, ha comunque prodotto più di un centinaio di partite interessanti e da ricordare, per le soluzioni tattiche adoprate, spesso originali.
Spero che il lettore apprezzi e si diverta nell’esame delle partite, senza considerarle però solo come base per la preparazione ad un incontro con il sottoscritto, in una partita di torneo da qualche parte!
Pur tuttavia, anche in questo caso, questo testo non sarà stato scritto invano!

MI Antonio Martorelli


Informazioni
  • Casa editrice LE DUE TORRI
  • Codice 6999
  • Anno 2016
  • Pagine p. 380
  • Isbn 9788896076712

Condividi