Chess Multimedia vol.1 - Cosa bisogna sapere sui finali

Recensisci per primo questo articolo

Yuri Averbakh, grande maestro ed ex-campione sovietico, è forse il più autorevole studioso vivente di finali: egli ha scritto manuali e monografie di altissimo livello, ma in questo Cosa bisogna sapere sui finali ha saputo concentrare, ad uso del dilettante e del giocatore di categoria nazionale, l`essenza del suo vasto e profondo sapere.

Disponibilità: disponibile ora

Prezzo: 23,50 €

Prezzo Speciale 21,15 €

Spedizione Gratuita oltre i 75€

Servizio clienti disponibile e competente.

Pagamento sicuro con Carta di Credito, Bonifico, Contrassegno, Paypal.

 

Descrizione

Details

Uno dei maggiori problemi per ogni maestro di scacchi è quello di trasmettere ai propri allievi il piacere di giocare e di studiare i finali di partita.

I giocatori meno esperti hanno infatti paura di addentrarsi nel finale e solitamente nutrono la speranza di poter concludere nel mediogioco, magari con un brillante attacco al Re nemico. Nel finale non si sentono padroni della tecnica e temono di prolungare inutilmente la partita.

Al contrario, cambiare i pezzi è, in molti casi, il sistema più sicuro e implacabile per realizzare un vantaggio di posizione o di materiale acquisito nel mediogioco.

Se studiamo le partite di grandi campioni dell`attacco, come Fischer, Alekhine o Kasparov, o di giocatori grintosi come Korchnoi, scopriamo che sono (o sono stati) tutti dei fortissimi finalisti, sempre pronti ad adeguare lo stile del loro gioco alle necessità oggettive della posizione, e non viceversa.

Alekhine scriveva: ``Giocare per complicare ha un senso solo quando non è possibile trovare una continuazione chiara e logica``.
Un errato pregiudizio per cui molti giocatori non amano il finale vorrebbe che in questa fase della partita l`aspetto scientifico prevalga su quello creativo, ma chi si accosterà allo studio dei finali con lo spirito giusto presto si renderà conto che anche questa è un`arte.


Yuri Averbakh, grande maestro ed ex-campione sovietico, è forse il più autorevole studioso vivente di finali: egli ha scritto manuali e monografie di altissimo livello, ma in questo Cosa bisogna sapere sui finali ha saputo concentrare, ad uso del dilettante e del giocatore di categoria nazionale, l`essenza del suo vasto e profondo sapere. L`opera passa in rassegna un centinaio di finali teorici fondamentali, non perdendo occasione di sottolineare le armoniose manovre e le terribili stoccate di cui sono capaci le poche figure rimaste in campo in questa fase del gioco.
Le posizioni tipiche vengono analizzate e spiegate esaurientemente allo scopo di gettare luce su una casistica che, essendo vastissima, non si può apprendere mnemonicamente, ma va compresa attraverso i suoi principi basilari.
Rispetto alla versione originale cartacea, questo libro elettronico è stato arricchito di oltre 150 test, che consentono al lettore di verificare il proprio grado di apprendimento e di abilità dei finali studiati.

Informazioni Aggiuntive

CODICE PRODOTTO S2CM1
Autore Averbakh Yuri
Pagine CD-Rom
Editore Chess Multimedia
Referenza Cod. S2CM1

Recensioni

Scrivi una recensione

Chess Multimedia vol.1 - Cosa bisogna sapere sui finali

Come giudichi questo articolo? *

  1 stella 2 stelle 3 stelle 4 stelle 5 stelle
Recensione

Potrebbero anche interessarti...