is supplier of
 
Cart
€0.00

L'eredità scacchistica - Alekhine

New

L'eredità scacchistica - Alekhine Zoom

Be the first to review this product

Quando la morte improvvisa lo colse nella primavera del 1946 a cinquantatré anni, Alexander Alekhine era ancora il Campione del mondo in carica e il più devoto adepto della dea Caissa. I penosi anni della guerra appena trascorsi non gli avevano impedito di dedicarsi agli sporadici tornei internazionali, alle esibizioni simultanee in giro per l'Europa e soprattutto al suo illuminato lavoro di ricerca - celebri sono i suoi taccuini manoscritti densi di analisi e tesi a sviscerare i più reconditi misteri del gioco degli scacchi.


I tre testi qui raccolti sono le ultime fatiche analitiche di Alekhine, pubblicate postume nel 1946 in Spagna e finora inedite in Italia. Due testi sono analisi di partite: «Il match Euwe - Alekhine per il Campionato del mondo 1937» e «Il match Reshevsky - Kashdan per il Campionato degli Stati Uniti 1942», e il terzo è il singolare resoconto della sua attività di istruttore nel «Corso di scacchi ad Arturo Pomar».

Regular Price: €25.00

Prezzo Speciale €21.25

  • Availability: 
  • In Stock

Additional Information

Product number 7147
Author Alekhine Alexander
Anno 2017
Publisher Cliquot
Ref.Code Cod.7147
ISBN 9788899729165

Quando la morte improvvisa lo colse nella primavera del 1946 a cinquantatré anni, Alexander Alekhine era ancora il Campione del mondo in carica e il più devoto adepto della dea Caissa. I penosi anni della guerra appena trascorsi non gli avevano impedito di dedicarsi agli sporadici tornei internazionali, alle esibizioni simultanee in giro per l'Europa e soprattutto al suo illuminato lavoro di ricerca - celebri sono i suoi taccuini manoscritti densi di analisi e tesi a sviscerare i più reconditi misteri del gioco degli scacchi. I tre testi qui raccolti sono le ultime fatiche analitiche di Alekhine, pubblicate postume nel 1946 in Spagna e finora inedite in Italia. Due testi sono analisi di partite: «Il match Euwe - Alekhine per il Campionato del mondo 1937» e «Il match Reshevsky - Kashdan per il Campionato degli Stati Uniti 1942», e il terzo è il singolare resoconto della sua attività di istruttore nel «Corso di scacchi ad Arturo Pomar»